Ammortizzatori sociali in deroga. L'Inps fornisce indicazioni sui pagamenti competenza 2012.

Nazionale -

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito
Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

 

Roma, 15-02-2013

Messaggio n. 2925

 

 

 

OGGETTO:

Ammortizzatori sociali in deroga. Gestione pagamenti competenza 2012.

 

 

Su indicazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali relativamente alla chiusura della gestione degli ammortizzatori sociali in deroga del quadriennio 2009 – 2012, si forniscono le seguenti istruzioni operative riguardanti il pagamento delle indennità di integrazione salariale e dimobilità in deroga per periodi di competenza 2012.

 

A)  Provvedimenti concessori regionali pervenuti nelle Sedi INPS entro il 31 dicembre 2012.

 

Come già comunicato con il messaggio n. 21164 le Sedi dovranno provvedere a completare i pagamenti di mobilità in deroga e le autorizzazioni di concessione di cig in deroga per il 2012 per tutte le prestazioni relative a provvedimenti di concessioni regionali pervenuti all’Istituto entro il 31 dicembre 2012 tramite SIP o, in caso di trasmissione attraverso gli altri sistemi, con data di protocollazione entro il 31 dicembre 2012, e afferenti comunque a periodi di competenza 2012.

 

Per effettuare tali pagamenti le Sedi dovranno utilizzare per la mobilità i codici intervento comunicati con i vari messaggi di stanziamento fondi per le Regioni e nelle autorizzazioni Cig dovranno inserire il numero di decreto comunicato sempre con i messaggi di stanziamento fondi per le Regioni.

 

Si rammenta, come già disposto, che sono sempre possibili gli abbinamenti dei decreti concessori con le anticipazioni già erogate durante il 2012 dall’Istituto, ai sensi dell’art. 7 ter, comma 3 del decreto legge 5 del 2009 convertito con modificazioni dalla legge 33 del 2009, anche qualora questi decreti siano pervenuti nelle Sedi successivamente al 31 dicembre 2012.

 

B)  Provvedimenti concessori regionali pervenuti nelle Sedi INPS dal 1° gennaio 2013 per periodi di competenza 2012.

 

A seguito delle risultanze scaturite in sede tecnica con l’ausilio del Coordinamento delle Regioni, il Ministero del lavoro e l’Istituto, è stato adottato il nuovo indirizzo ministeriale relativo alla gestione dei decreti concessori regionali non pervenuti nei termini del 31 dicembre 2012 e relativi ancora a mensilità 2012.

 

Secondo questo indirizzo, compatibilmente con le risorse residue complessive accertate in sede tecnica, pari a circa 180 milioni di euro, per tutti i decreti di  concessione relativi al 2012 pervenuti presso le Sedi dal 1 gennaio 2013, verificati i requisiti soggettivi previsti e completata l’istruttoria amministrativa, possono essere effettuati pagamenti per un massimo due mesi ai lavoratori destinatari delle tutela di sostegno in deroga.

 

Le spese, afferenti a questi provvedimenti concessori pervenuti oltre il limite del 31 dicembre 2012, dovranno essere monitorate con apposita evidenza, per una costante attività reportistica che sarà effettuata a cura della Direzione centrale prestazioni a sostegno del reddito e comunicata alle Regioni stesse e ai Ministeri vigilanti.

 

A tal fine, le sedi INPS dovranno operare con le seguenti modalità:

 

a)   Indennità di mobilità in deroga: dopo aver effettuato l’istruttoria delle domande,

-   inserire il codice intervento “571” ;

-      inserire nel “campo decadenza”

  • la data corrispondente alla fine del periodo concesso, se il periodo autorizzato è inferiore a due mesi;
  • la data corrispondente all’inizio della prestazione più 2 mesi, se il periodo concesso è superiore a due mesi.

 

b)   Indennità di cassa integrazione in deroga: dopo aver effettuato l’istruttoria delle domande,

 

- inserire nell’autorizzazione cig il numero di decreto “22222”

- inserire come data emissione “15.02.2013” , l’autorizzazione coprirà l’intero periodo concesso con il provvedimento regionale ma i pagamenti potranno essere effettuati per un massimo di due mesi.

La procedura bloccherà questi pagamenti superato il periodo di due mesi.

 

Le autorizzazioni potranno essere effettuate solo a “pagamento diretto” e nella lettera di autorizzazione Cig comparirà un’avvertenza che riporterà l’indirizzo ministeriale e quindi la limitazione a due mesi del trattamento di sostegno al reddito.

 

Pertanto, si invitano tutte le Strutture territoriali a riesaminare con urgenza tutte le domande pervenute sul sistema SIP e momentaneamente sospese e a riprendere le istruttorie per la verifica dei requisiti, al fine di accelerare i tempi di corresponsione delle tutele in argomento.

 

Sarà comunicato con un specifico messaggio il rilascio degli aggiornamenti per le procedure di pagamento per la suddetta gestione.

 

 

 

Il Direttore Generale

 

 

Nori